È l’incubo di ogni viaggiatore aereo, ma è davvero così pericolosa? La risposta è no. La turbolenza in volo e gli scossoni legati ai “vuoti d’aria” non rappresentano un vero e proprio pericolo: sono del tutto normali e non minacciano la sicurezza dei passeggeri.

Ovviamente le prime opposizioni che potrebbero nascere dopo questa affermazione potrebbero venire da tutte quelle persone che seguono assiduamente, e con apprensione, ogni articolo di cronaca legata ai voli – citando viaggi in cui , per una turbolenza, sono rimaste ferite alcune persone – e che, quindi, vorrebbero prove in merito alla suddetta innocuità di questo evento che tanto li terrorizza.

inmeteo.net
inmeteo.net

 

Per rispondere a queste giuste opposizioni, riporteremo la testimonianza del pilota Patrick Smith della Business Insider:

 

 

Su ogni volo, ogni giorno, si incontrano un certo numero di turbolenze, che possono causare la caduta del caffè a terra o il riversamento di prodotti in cambusa. Dal punto di vista di un pilota, le turbolenze sono qualcosa di normale, non un problema di sicurezza. Sono fastidiose, ma non sono pericolose. Sono rari i casi in cui ci possono essere problemi al punto tale che i passeggeri possano ferirsi o ancor più raramente che i componenti aeronautici possano essere danneggiati. Del piccolo numero di passeggeri feriti ogni anno, a causa delle turbolenze, si può dedurre che nella maggior parte dei casi si tratta di persone che non avevano le cinture di sicurezza allacciate, quando avrebbero dovuto farlo.

Dimenticate, quindi, tutti gli scenari apocalittici. Gli aerei vengono collaudati in condizioni peggiori rispetto a quelle in cui sono sottoposti durante una comune turbolenza – le ali, nei collaudi, vengono piegate fino a 90 gradi – e anche nei casi peggiori, in cui veniva a cedere uno dei motori, i nostri velivoli sono sempre riusciti ad atterrare in tutta sicurezza.

media.ecoblog.it
media.ecoblog.it

L’unica accortezza che dovremmo tutti avere è quella di rispettare tutte le norme di sicurezza che ci vengono illustrate prima del volo, di cui la più importante da seguire è proprio quella di allacciare le cinture di sicurezza. Per quanto banale possa sembrare, un semplice click può salvarci da quelle contusioni che riportano i passeggeri coinvolti in turbolenze più forti.

Ricordate, dunque, che l’aereo rimane il mezzo più sicuro al mondo per viaggiare: non dovete fare altro che rilassarvi, godervi il volo e mantenere la cintura allacciata.

CONDIVIDI
Articolo precedenteL’Aeroporto Rivoluzionario alle Galapagos
Articolo successivoEuclid: via libera alla costruzione
Laureato alla triennale di Ingegneria Aerospaziale presso l’Università degli Studi di Napoli - Federico II. Dopo la maturità ha svolto i più svariati lavori, da Discontinuo dei Vigili del Fuoco a Bagnino. E' apparso sul “Venerdì di Repubblica” e su "Lo Stradone" grazie alla pagina Facebook "Ingegneria del Suicidio", di cui è fondatore e ideatore.

LASCIA UN COMMENTO